DISTURBI CORRELATI A SOSTANZE

Quando si parla di disturbi correlati a sostanze si pensa immediatamente a tutti quei disagi biopsicosociali legati all’abuso di alcool e droghe. I disturbi in questione possono essere da molto lievi fino a molto gravi, con compromissione significativa del funzionamento a livello fisiologico, psicologico e sociale dell’individuo.

Per sostanze si intendono qui le sostanze stupefacenti o “droghe” nel linguaggio comune, in termini tecnici più correttamente definite sostanze psicoattive o psicotrope, proprio perché per la loro composizione chimica sono in grado di alterare l’attività mentale e di condurre ai fenomeni di tolleranza, assuefazione e dipendenza (psicologica e/o chimica), fenomeni che variano a seconda del tipo di sostanza.

Disturbi correlati all’alcool: dipendenza da alcool, abuso di alcool, intossicazione alcolica, astinenza alcolica e altri disturbi indotti da alcool.

Disturbi correlati a: amfetamine, caffeina, cannabis, cocaina, allucinogeni, inalanti, nicotina, oppiacei, fenciclidina, sedativi ipnotici o ansiolitici, ecc. All’interno di ciascuna categoria di sostanze vengono distinti a seconda dei casi i disturbi da uso di sostanze (dipendenza e abuso) e i disturbi indotti da sostanze (intossicazione e astinenza).

© Copyright 2015.