Dott.ssa Simona Gianchecchi

Laurea Magistrale in Psicologia – Specializzazione in Psicoterapia e in Analisi Transazionale – Istruttrice di Mindfulness (protocolli MBSR e MBCT)

Riceve a Cecina (LI) in Via Leonardo da Vinci n. 23 e a Livorno in Via Gramsci n. 118

Per Appuntamento o Informazioni: TELEFONO – whatsapp 339 3819332 EMAIL simonagian23@gmail.com

PUOI INVIARE UNA EMAIL O UN SMS/WHATSAPP SE DESIDERI ESSERE RICONTATTO/A PUOI RICHIEDERE UN PRIMO BREVE COLLOQUIO GRATUITO A SCOPO INFORMATIVO E CONOSCITIVO (in studio o telefonico/videochiamata)

Per il Laboratorio di Consapevolezza “Medit-Art” FAI CLIC sulla PAGINA FACEBOOK

AMBITI PRINCIPALI DI INTERVENTO: Disagio psichico (ansia, attacchi di panico, fobie, depressione, disturbi alimentari, disfunzioni sessuali, dipendenze, disturbi psicosomatici, disturbi di personalità,  ecc.) Difficoltà relazionali e di comunicazione, Elaborazione del lutto, Fasi critiche della vita individuale e della vita di coppia… Conoscenza di Sé e crescita personale. Laboratorio di consapevolezza “Medit-Art” e percorsi individuali o di gruppo di Mindfulness (protocolli MBSR e MBCT).

Dal 2002 lavoro presso lo studio professionale privato di Cecina (LI) in qualità di psicologa, dal 2006 anche come psicoterapeuta e analista transazionale. Gli ambiti principali di esperienza e di interesse di questi ultimi dieci anni di lavoro hanno riguardato il trattamento individuale di disturbi psicopatologici in adolescenti e adulti, in particolare disturbi di ansia, attacchi di panico, fobie, disturbo ossessivo-compulsivo, disturbi alimentare, psicosomatici, disfunzioni sessuali; nonché percorsi personalizzati di crescita e conoscenza di sépercorsi di consulenza psicologica rivolti a coppie motivate a investire sulle proprie risorse interiori per risolvere fasi particolarmente critiche legate alla vita di coppia, al rapporto con i figli e alla vita familiare in generale.

Per comprendere meglio le differenze tra counseling psicologico e psicoterapia potete cliccare qui.

Parallelamente dal 2000 al 2014 ho lavorato come educatrice e progressivamente come vice coordinatrice di una struttura residenziale terapeutica e riabilitativa per le tossicodipendenze, alcol e farmaco dipendenze. Il tirocinio post laurea nel settore delle Dipendenze e il successivo impiego di psicologa presso il Servizio Tossicodipendenze della ASL di Cecina per 6 mesi, sono stati le esperienze di base su cui ha poggiato il successivo svolgimento dell’incarico presso la comunità convenzionata con la ASL, di cui sopra. Per maggiori dettagli sul curriculum e sulle esperienze formative e professionali cliccare qui.

Da diversi anni il mio interesse si è man mano rivolto anche verso tutti quegli interventi di promozione del benessere psicologico e globale dell’individuo e della comunità. In tal senso, sto integrando nel mio stile di vita e nel lavoro le pratiche meditative ispirate al modello della Mindfulness così come gli “esperimenti” gestaltici sullo sviluppo della consapevolezza. Da qui è nata l’idea di sperimentare un laboratorio dove coltivare l’arte di meditare, ispirato all’integrazione degli approcci teorici della Mindfulness e della terapia della Gestalt. Per ulteriori informazioni clicca qui e sulla pagina facebook “Medit-Art”. Nell’aprile 2020 ho acquisito il titolo di Istruttrice di Mindfulness per i protocolli MBSR (Mindfulness Based Stress Reduction) e MBCT (Mindfulness Based Cognitive Therapy) secondo le linee guida dell’UK Network for Mindfulness.

Per comprendere il quadro teorico di riferimento entro il quale mi muovo come terapeuta potete leggere “Modelli teorici di riferimento”.

Inoltre, se volete approfondire quali sono i principali paradigmi teorici nella psicopatologia potete cliccare qui.

Ricordo che lo psicologo e/o psicoterapeuta  sono le uniche figure professionali riconosciute e regolamentate per Legge in merito a quanto concerne la salute psicologica (diagnosi, cura, riabilitazione, prevenzione del disagio e promozione del benessere psicologico). L’ambito della psicopatologia è di competenza chiaramente anche del medico specializzato in psichiatria (del neuropsichiatria infantile per quanto concerne i disturbi dell’infanzia) che utilizza il modello medico e il trattamento farmacologico. Lo psicologo e lo psicoterapeuta non possono prescrivere farmaci, a meno che abbiano una laurea in medicina. Il colloquio psicologico clinico è invece strumento di elezione dello psicologo e non può essere abusato come tale da altre figure professionali.

La professione di psicologo è stata riconosciuta tramite un atto legislativo con la Legge n. 56 del 18 Febbraio 1989 che nell’art. 1 definisce: “La professione di psicologo comprende l’uso degli strumenti conoscitivi e di intervento per la prevenzione, la diagnosi, le attività di abilitazione-riabilitazione e di sostegno in ambito psicologico rivolte alla persona, al gruppo, agli organismi sociali e alle comunità. Comprende altresì le attività di sperimentazione, ricerca e didattica in tale ambito.”

Per quanto riguarda l’esercizio dell’attività di psicoterapia, esso “è subordinato ad una specifica formazione professionale, da acquisirsi, dopo il conseguimento della laurea in psicologia o in medicina e chirurgia, mediante corsi di specializzazione almeno quadriennali che prevedano adeguata formazione e addestramento in psicoterapia, attivati ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 10 marzo 1982, n. 162, presso scuole di specializzazione universitaria o presso istituti a tal fine riconosciuti con le procedure di cui all’articolo 3 del citato decreto del Presidente della Repubblica.”

E’ molto importante scegliere attentamente il professionista al quale ci si affida, tenendo conto anche del suo percorso formativo. Per comprendere meglio questi aspetti potete leggere “Come si diventa psicoterapeuta”.

Oggi in particolar modo è estremamente utile saper distinguere i differenti professionisti e operatori che ruotano nell’ambito del benessere psicologico. E’ infatti possibile incontrare diversi nuovi professionisti che si sono formati attraverso master e percorsi di studio molto brevi, i quali possono offrire competenze ben più ristrette e specifiche rispetto ad un psicologo psicoterapeuta. Quest’ultimo ha alle spalle 5 anni di università, 1 anno di tirocinio, esame di stato, 4 anni di scuola di specializzazione con relativo tirocinio, supervisione e solitamente terapia personale individuale e/o in gruppo, appartenenza all’Albo degli psicologi e degli psicoterapeuti riconosciuto e disciplinato dalla Legge italiana. Inoltre gli Psicologi e gli Psicoterapeuti sono tenuti al rispetto del Codice Deontologico che tutela sia il professionista sia il cliente (vedi qui.)

Per approfondire la tematica inerente alle differenze tra le professioni che iniziano per PSI o che sono in qualche modo affini potete cliccare qui.

Studio di Psicologia e Psicoterapia - Albo OPT n. 2895

Simona Gianchecchi

Nata nel 1973. Fin da piccola affascinata dalle grandi tematiche umanistiche ed esistenziali. Laureata in Psicologia all'Università di Padova nel 1999. Specializzata in Psicoterapia e in Analisi Transazionale nel 2006 a Roma.